San Valentino e Carnevale, ecco gli eventi chiave del nostro febbraio culinario; tutto incentrato sull’amore e la gioia di vivere.
Colorati gli antipasti a base di gamberi e merluzzo, con insalate e flan, e tra i primi, i rigori dell’inverno impongono le zuppe, tradizionali e sempre ricche, con verze, finocchi, broccoli e orzo a sposarsi con pollo, salsicce, arzilla e molluschi.
Il re dei secondi è il maiale, attraverso un festival di ricette che annovera filetti, costine al forno e ovviamente gli arrosti.
Il mare del mese ci regala l’orata: pesce costiero e presente dall’Atlantico al Mediterraneo che si presta a molteplici preparazioni con verdure, funghi e frutta secca.
Il colore e il gusto dell’orto, già in odore di primavera, sono rappresentati dal radicchio, ortaggio con cui è possibile realizzare un intero menu.
Lo speciale è dedicato alle torte rustiche, perfette sempre e ancor di più durante le feste di Carnevale dove non possono mancare i tradizionali dolci fritti, quali frappe o chiacchiere, castagnole, krapfen e graffe.
Ma i dolci non finiscono qui, ci sono anche tante ricette dedicate ai dessert a base di cioccolato e ai dolci al profumo di pistacchi.
I viaggi di Febbraio prenderanno da una inconsueta Viareggio, per poi approdare su un innevato altopiano di Asiago, terra di turismo e pastorizia tra le più apprezzate d’Italia.
Un mezzo giro di mappamondo e siamo in Luisiana, a scoprire il carnevale, a ritmo di jazz, dell’antica e misteriosa New Orleans.
Il vino di Febbraio è il rosato della Liguria, terra parca nella sua produzione enologica ma in grado di regalare delle vere e proprie emozioni non solo con Vermentino e Pigato ma anche con le tradizionali uve rosse vinificate in rosa.
Infine il distillato del mese è rappresentato dalla grande e vivace categoria delle grappe aromatizzate e degli infusi alcolici: antiche ricette e segreti alchemici che donano una varietà quasi infinita di prodotti capaci di scaldare, in questo scampolo d’inverno, anima e corpo di chi sa apprezzarli.

Buona lettura e buona cucina a tutti.