IN EDICOLA DA MARTEDI' 02 APRILE


Considerato uno dei migliori giocatori in assoluto, insieme a Pelé, Maradona, Di Stefano e Messi, fu l’interprete più emblematico del calcio totale. Con l’Ajax e i Paesi Bassi di Rinus Michels, con cui vinse gli Europei nel 1988, rivoluzionò la storia del calcio tra la seconda metà degli anni 1960 e la prima metà degli anni 1970. Fra Nazionale olandese e squadre di club segnò da professionista più di 400 gol in oltre 700 partite ufficiali. Il libro ripropone la sua storia, che lo vide trionfare in 9 Campionati olandesi, 6 Coppe d’Olanda, 1 Campionato spagnolo, 1 Coppa di Spagna, 3 Coppe dei Campioni, 1 Coppa Intercontinentale e 3 Palloni d’Oro.

La versatilità di Cruijff era totale. Crujiff divenne così il simbolo dell’espressione “calcio totale”, sistema di gioco in cui un calciatore che si sposta dalla propria iniziale posizione è sostituito da un compagno di squadra permettendo alla squadra di mantenere una disposizione di gioco compatta ed efficace. Attaccante, regista o ala, con l’olandese nulla era come sembrava. Persino una discesa in fascia, lontano dal cuore dell’area, poteva riservare sorprese. Ricevere palla e avanzare sulla sinistra, portarsi dietro un anniversario, fingere il cross mancino e metterla in mezzo con l’esterno destro era una delle firme distintive del suo calcio giocato.

Il libro “Johan Cruijff. L’uomo che ha reinventato il calcio” sarà in edicola con La Gazzetta dello Sport al costo di € 4.99 più il prezzo del quotidiano.