Antonio Polito ripercorre nel nuovo libro edito da Solferino, trent’anni di storia del Vecchio Continente, partendo dalla vicenda personale e ampliando lo sguardo con una lucida analisi politica, raccontando di una generazione prima comunista e poi liberale: dall’impegno politico negli anni Settanta ai giorni dell’89 a Berlino, dal più recente referendum della Brexit alla minacciosa concorrenza tecnologica made in China. Con il crollo del Muro di Berlino e dei regimi comunisti, la democrazia liberale e il libero mercato sembrano la chiave per cambiare il mondo. Ma la libertà non ha vinto: l’esplosione della crisi ha portato ad accusare l'eccessivo liberismo e in Europa come in America, la paura del cambiamento ha portato al successo di movimenti populisti.