Linus

Marzo 2019

Uscita Nº 3 del 07/03/2019

Periodicità: Mensile

Editore: Baldini & Castoldi Editore

Il prodotto è disponibile

€ 6,00
Vedi tutta la collezione

Descrizione

Linus, la storica rivista di fumetti fondata da Giovanni Gandini nel 1965, è in edicola e libreria dal 6 novembre con il nuovo numero, la cui copertina è disegnata da fumettista Manuele Fior, autore di graphic novel come Cinquemila chilometri al secondo e L’intervista per Coconino Press e della recente raccolta di illustrazioni L’ora dei miraggi per Oblomov Edizioni. Fior, di cui a breve si terrà una grande retrospettiva al Museo Luzzati di Genova, è anche il protagonista di un intervista condotta dal nostro redattore Valerio Stivé che apre il numero. Il primo blocco della rivista, illustrato da Diego Lazzarin, è interamente dedicato alle paure, a partire dalla riduzione cinematografica di It di Stephen King. Lo scrittore Michele Mari, fan e lettore di King, è intervistato da Laura Carli, mentre Hamilton Santhià racconta dell’uso della paura in politica, così come Antonio Pascale prova a ragionare sulla paura dei dati e di algoritmi sempre più intrusivi. Lo Sgargabonzi e Selena Garau-Maher firmano un fumetto molto acido sull’esperienza del lutto e della morte su Facebook. La satira, con illustrazioni di Hurricane Ivan ispirate all’immaginario disneyano e curata da Giorgio Cappozzo, è dedicata alle paure dell’infanzia, con pezzi di Gaja Lombardi Cenciarelli, Nicole Balassone, Giulio Lowerome e Valerio Lundini. Nel blocco Disabilinus si parla di disabilità con un pezzo di Matteo Schianchi e uno di Ivan Carozzi sul Numero Uno della Banda TNT, accompagnato da un’intervista a Max Bunker. Luca Raffaelli scrive invece del cervello di Jacovitti e del rapporto tra fumetto e neuroscienze. Inoltre: la bellissima introduzione di Marina Viola a una raccolta di scritti di suo padre Beppe, appena pubblicato per Quodlibet, illustrata da Squaz. Tra le varie rubriche, oltre le recensioni di fumetti scritte da Raffaele Alberto Ventura e Il solito trump trump di Oliviero Bergamini, c’è anche una nuova puntata di ‘Nuggets’, spazio curato da Fumettologica che va alla scoperta dei webcomics più interessanti, curiosi e sperimentali della rete. Questa volta abbiamo scelto di raccontare Brothel Girl Comix, insolito diario a fumetti di una prostituta. Per quanto riguarda i fumetti, oltre le classiche strisce di Dilbert, Peanuts e Doonesbury, troviamo tra gli altri Papa Dictator di Michael Bayer, Porn story di Ralf König, Monty di Jim Meddick e I nasoni di Joshua Held.

Descrizione

Linus, la storica rivista di fumetti fondata da Giovanni Gandini nel 1965, è in edicola e libreria dal 6 novembre con il nuovo numero, la cui copertina è disegnata da fumettista Manuele Fior, autore di graphic novel come Cinquemila chilometri al secondo e L’intervista per Coconino Press e della recente raccolta di illustrazioni L’ora dei miraggi per Oblomov Edizioni. Fior, di cui a breve si terrà una grande retrospettiva al Museo Luzzati di Genova, è anche il protagonista di un intervista condotta dal nostro redattore Valerio Stivé che apre il numero. Il primo blocco della rivista, illustrato da Diego Lazzarin, è interamente dedicato alle paure, a partire dalla riduzione cinematografica di It di Stephen King. Lo scrittore Michele Mari, fan e lettore di King, è intervistato da Laura Carli, mentre Hamilton Santhià racconta dell’uso della paura in politica, così come Antonio Pascale prova a ragionare sulla paura dei dati e di algoritmi sempre più intrusivi. Lo Sgargabonzi e Selena Garau-Maher firmano un fumetto molto acido sull’esperienza del lutto e della morte su Facebook. La satira, con illustrazioni di Hurricane Ivan ispirate all’immaginario disneyano e curata da Giorgio Cappozzo, è dedicata alle paure dell’infanzia, con pezzi di Gaja Lombardi Cenciarelli, Nicole Balassone, Giulio Lowerome e Valerio Lundini. Nel blocco Disabilinus si parla di disabilità con un pezzo di Matteo Schianchi e uno di Ivan Carozzi sul Numero Uno della Banda TNT, accompagnato da un’intervista a Max Bunker. Luca Raffaelli scrive invece del cervello di Jacovitti e del rapporto tra fumetto e neuroscienze. Inoltre: la bellissima introduzione di Marina Viola a una raccolta di scritti di suo padre Beppe, appena pubblicato per Quodlibet, illustrata da Squaz. Tra le varie rubriche, oltre le recensioni di fumetti scritte da Raffaele Alberto Ventura e Il solito trump trump di Oliviero Bergamini, c’è anche una nuova puntata di ‘Nuggets’, spazio curato da Fumettologica che va alla scoperta dei webcomics più interessanti, curiosi e sperimentali della rete. Questa volta abbiamo scelto di raccontare Brothel Girl Comix, insolito diario a fumetti di una prostituta. Per quanto riguarda i fumetti, oltre le classiche strisce di Dilbert, Peanuts e Doonesbury, troviamo tra gli altri Papa Dictator di Michael Bayer, Porn story di Ralf König, Monty di Jim Meddick e I nasoni di Joshua Held.