Guerre mondiali - La Seconda Guerra Mondiale

L’Italia in guerra

Uscita Nº 3 del 06/02/2018

Periodicità: Settimanale

Editore: RCS MediaGroup

Il prodotto è non disponibile

€ 9,90
Vedi tutta la collezione

Descrizione

Allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale la preparazione dell’Italia era inadeguata. Delle tre Armi soltanto la Marina aveva completato i propri piani di ammodernamento. Nell’esercito i mezzi corazzati erano scarsissimi. Anche l’equipaggiamento e l’addestramento degli uomini, così come l’organizzazione degli stessi comandi, presentavano gravi deficienze. Nonostante questo, i travolgenti successi nazisti spinsero Mussolini a dichiarare guerra alla Francia e alla Gran Bretagna. È il 10 giugno 1940. Si succedono le prime battaglie italo-francesi (Chaberton e del Fort de la Traversette), mentre contemporaneamente le truppe hitleriane invadono Parigi e si giunge all’Armistizio franco-tedesco. Ma non è vera pace, solo la conclusione della prima battaglia di una guerra che si rivelerà lunga e tragica.

Descrizione

Allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale la preparazione dell’Italia era inadeguata. Delle tre Armi soltanto la Marina aveva completato i propri piani di ammodernamento. Nell’esercito i mezzi corazzati erano scarsissimi. Anche l’equipaggiamento e l’addestramento degli uomini, così come l’organizzazione degli stessi comandi, presentavano gravi deficienze. Nonostante questo, i travolgenti successi nazisti spinsero Mussolini a dichiarare guerra alla Francia e alla Gran Bretagna. È il 10 giugno 1940. Si succedono le prime battaglie italo-francesi (Chaberton e del Fort de la Traversette), mentre contemporaneamente le truppe hitleriane invadono Parigi e si giunge all’Armistizio franco-tedesco. Ma non è vera pace, solo la conclusione della prima battaglia di una guerra che si rivelerà lunga e tragica.