Cultura - Le opere del Sole 24 ORE

Albrecht Dürer - Vita e passioni di un genio
Periodicità Aperiodico | Editore Il Sole 24 ORE
da € 6,90

Descrizione

Un volume agile per scoprire la vita e la carriera di un grande protagonista del Rinascimento europeo.

Realizzato in occasione della mostra Dürer e il Rinascimento tra Germania e Italia (Milano, Palazzo Reale, 21 febbraio -24 giugno 2018)

Albrecht Dürer, artista universale di Norimberga vissuto tra il 1471 e il 1528, va considerato protagonista assoluto del Rinascimento tedesco ed europeo all’epoca della sua più alta espressione. Fin degli esordi, Dürer si manifesta un formidabile innovatore, in termini tecnici, semantici, iconografici. Altrettanto innovativo risulta l’uso del disegno, che nelle sue mani assume una centralità senza precedenti. Tra i suoi innumerevoli viaggi si annoverano anche uno, forse due soggiorni in Italia: il suo confronto con l’arte e il pensiero italiani riassume uno degli episodi più sublimi della cultura visiva rinascimentale, che si verifica nell’impatto – reciproco – fra il mondo tedesco e quello nord-italiano. Fin degli anni 1490, Dürer si misurava infatti con le varie teorie artistiche ricepite in Italia, elaborando le idee sull’imitazione della natura e dell’arte sia sul piano teorico che su quello della pratica artistica. Stimolato dall’esempio di Alberti, Leonardo da Vinci e altri umanisti e scienziati, Dürer si posizionava nell’assoluta avanguardia artistica e intellettuale dei suoi tempi. Il volume ne ripercorre la vita e la carriera, presentandone inoltre un’accurata selezione di disegni e incisioni.

Autore: Stefano Zuffi – storico dell’arte e curatore di mostre, è autore e consulente editoriale di volumi e collane, riviste d’arte e cultura, rubriche radiofoniche e sceneggiature di documentari.

Descrizione

Un volume agile per scoprire la vita e la carriera di un grande protagonista del Rinascimento europeo.

Realizzato in occasione della mostra Dürer e il Rinascimento tra Germania e Italia (Milano, Palazzo Reale, 21 febbraio -24 giugno 2018)

Albrecht Dürer, artista universale di Norimberga vissuto tra il 1471 e il 1528, va considerato protagonista assoluto del Rinascimento tedesco ed europeo all’epoca della sua più alta espressione. Fin degli esordi, Dürer si manifesta un formidabile innovatore, in termini tecnici, semantici, iconografici. Altrettanto innovativo risulta l’uso del disegno, che nelle sue mani assume una centralità senza precedenti. Tra i suoi innumerevoli viaggi si annoverano anche uno, forse due soggiorni in Italia: il suo confronto con l’arte e il pensiero italiani riassume uno degli episodi più sublimi della cultura visiva rinascimentale, che si verifica nell’impatto – reciproco – fra il mondo tedesco e quello nord-italiano. Fin degli anni 1490, Dürer si misurava infatti con le varie teorie artistiche ricepite in Italia, elaborando le idee sull’imitazione della natura e dell’arte sia sul piano teorico che su quello della pratica artistica. Stimolato dall’esempio di Alberti, Leonardo da Vinci e altri umanisti e scienziati, Dürer si posizionava nell’assoluta avanguardia artistica e intellettuale dei suoi tempi. Il volume ne ripercorre la vita e la carriera, presentandone inoltre un’accurata selezione di disegni e incisioni.

Autore: Stefano Zuffi – storico dell’arte e curatore di mostre, è autore e consulente editoriale di volumi e collane, riviste d’arte e cultura, rubriche radiofoniche e sceneggiature di documentari.

Arretrati

Hai perso un numero? Prenota qui la tua copia mancante

Filtra

-
Annulla Filtri

Filtra

-
Annulla Filtri