Crisi aziendale e rapporto di lavoro

Le nuove relazioni industriali e sindacali

Uscita Nº 5 del 04/10/2018

Periodicità: Settimanale

Editore: Il Sole 24 ORE

Il prodotto è disponibile

€ 9,90
Vedi tutta la collezione

Descrizione

Il quarto volume di questa collana si occupa della flessibilità nell'utilizzo e nella gestione del capitale umano, in tutte le sue numerose declinazioni.
Parlare di flessibilità vuol dire, innanzitutto, esaminare la disciplina prevista dall'articolo 2103 Cc per il mutamento delle mansioni assegnate al lavoratore, che il Jobs Act ha radicalmente innovato sostituendo il concetto di "livello contrattuale" a quello di "equivalenza delle mansioni"; la stessa norma disciplina altresì il trasferimento del lavoratore da un'unità produttiva all'altra.
L'analisi prosegue con particolare attenzione ai contratti di lavoro autonomo, per passare poi - soprattutto - ad una compiuta disamina di tutti i contratti di lavoro cosiddetto "flessibile": il contratto a tempo determinato e la somministrazione di lavoro (con le novità introdotte dal cosiddetto Decreto Dignità, Dl 87/2018 - legge 96/2018), l'apprendistato, il tirocinio, il part time, il "lavoro agile" o smart working, il telelavoro, il lavoro ripartito o job sharing.
Specifica cura, infine, è dedicata al contratto di appalto e alla fattispecie del distacco, comunitario e internazionale.

Descrizione

Il quarto volume di questa collana si occupa della flessibilità nell'utilizzo e nella gestione del capitale umano, in tutte le sue numerose declinazioni.
Parlare di flessibilità vuol dire, innanzitutto, esaminare la disciplina prevista dall'articolo 2103 Cc per il mutamento delle mansioni assegnate al lavoratore, che il Jobs Act ha radicalmente innovato sostituendo il concetto di "livello contrattuale" a quello di "equivalenza delle mansioni"; la stessa norma disciplina altresì il trasferimento del lavoratore da un'unità produttiva all'altra.
L'analisi prosegue con particolare attenzione ai contratti di lavoro autonomo, per passare poi - soprattutto - ad una compiuta disamina di tutti i contratti di lavoro cosiddetto "flessibile": il contratto a tempo determinato e la somministrazione di lavoro (con le novità introdotte dal cosiddetto Decreto Dignità, Dl 87/2018 - legge 96/2018), l'apprendistato, il tirocinio, il part time, il "lavoro agile" o smart working, il telelavoro, il lavoro ripartito o job sharing.
Specifica cura, infine, è dedicata al contratto di appalto e alla fattispecie del distacco, comunitario e internazionale.