Linus

Le strisce più amate di sempre
Periodicità Mensile | Editore Baldini & Castoldi Editore
da € 5,50

Descrizione

Oltre cinquant’anni fa ebbe inizio una rivoluzione a fumetti.
Nell’aprile 1965 apparve in edicola Linus, la prima rivista antologica di fumetti «colti» rivolta a un pubblico di adulti. Fu la rottura in Italia del pregiudizio che riteneva il fumetto una cosa, tutt’al più, da adolescenti.

Sotto la bandiera dei Peanuts di Charles Schulz e la guida di grandi direttori – a partire da Giovanni Gandini e Oreste del Buono – il mensile selezionava per i lettori italiani, assetati di novità, il meglio della produzione mondiale di strip, tavole e serie d’autore.
Oltre a presentare molti fumetti statunitensi ed europei, ha anche portato avanti, sulle sue pagine, discussioni sull'atmosfera politica del momento.

Hanno scritto sulle pagine di Linus autori quali Michele Serra, Pier Vittorio Tondelli, Stefano Benni, Alessandro Baricco.

Linus ha festeggiato da poco il suo cinquantaduesimo anno di vita: nessuna altra rivista che pubblica fumetti è arrivata a questo traguardo. Forse perché non esistono altre riviste come Linus, unica sin dalla sua fondazione e tante volte oggetto di tentativi di imitazione in Italia e in Europa.

Forse perché continuiamo a riscaldare il cuore e il cervello dei nostri lettori con le più esilaranti strip della tradizione e dell’attualità americana, dai Peanuts e Doonesbury a Perle ai porci.
E poi con una selezione dei migliori autori del fumetto italiano ed europeo, da Tuono pettinato a Ralf König, in un momento storico in cui questa forma espressiva è tornata importante, sul mercato editoriale e nel dibattito culturale. Forse perché Linus non è solo fumetti ma anche letteratura, cinema, teatro, musica, moda, economia, diritti.
Con articoli e rubriche fuori dal coro, l’ironia e la leggerezza di sempre.
Siamo convinti che ridere serva a pensare, e viceversa: noi proviamo a farlo da mezzo secolo.

Linus è la nostra coperta di sicurezza e, speriamo, quella dei nostri lettori: appassionati, colti e responsabili, attenti a tutto quello che può fare la differenza.

Descrizione

Oltre cinquant’anni fa ebbe inizio una rivoluzione a fumetti.
Nell’aprile 1965 apparve in edicola Linus, la prima rivista antologica di fumetti «colti» rivolta a un pubblico di adulti. Fu la rottura in Italia del pregiudizio che riteneva il fumetto una cosa, tutt’al più, da adolescenti.

Sotto la bandiera dei Peanuts di Charles Schulz e la guida di grandi direttori – a partire da Giovanni Gandini e Oreste del Buono – il mensile selezionava per i lettori italiani, assetati di novità, il meglio della produzione mondiale di strip, tavole e serie d’autore.
Oltre a presentare molti fumetti statunitensi ed europei, ha anche portato avanti, sulle sue pagine, discussioni sull'atmosfera politica del momento.

Hanno scritto sulle pagine di Linus autori quali Michele Serra, Pier Vittorio Tondelli, Stefano Benni, Alessandro Baricco.

Linus ha festeggiato da poco il suo cinquantaduesimo anno di vita: nessuna altra rivista che pubblica fumetti è arrivata a questo traguardo. Forse perché non esistono altre riviste come Linus, unica sin dalla sua fondazione e tante volte oggetto di tentativi di imitazione in Italia e in Europa.

Forse perché continuiamo a riscaldare il cuore e il cervello dei nostri lettori con le più esilaranti strip della tradizione e dell’attualità americana, dai Peanuts e Doonesbury a Perle ai porci.
E poi con una selezione dei migliori autori del fumetto italiano ed europeo, da Tuono pettinato a Ralf König, in un momento storico in cui questa forma espressiva è tornata importante, sul mercato editoriale e nel dibattito culturale. Forse perché Linus non è solo fumetti ma anche letteratura, cinema, teatro, musica, moda, economia, diritti.
Con articoli e rubriche fuori dal coro, l’ironia e la leggerezza di sempre.
Siamo convinti che ridere serva a pensare, e viceversa: noi proviamo a farlo da mezzo secolo.

Linus è la nostra coperta di sicurezza e, speriamo, quella dei nostri lettori: appassionati, colti e responsabili, attenti a tutto quello che può fare la differenza.

Arretrati

Hai perso un numero? Prenota qui la tua copia mancante

Filtra

-
Annulla Filtri

Filtra

-
Annulla Filtri